top of page

La Gazzetta Liceale

Il miracolo economico italiano degli anni '60

Alla fine degli anni ‘50 e agli inizi degli anni ‘60 in Italia si vive un periodo

di benessere: questo periodo è chiamato in gergo “ Boom Economico “ .

L’Italia deve ripartire dopo che la guerra ha distrutto case, palazzi,

monumenti, chiese ; c’è bisogno di tanto lavoro affinché la nostra patria

possa ritornare a splendere in maniera ottimale .

Gli italiani del Sud si trasferiscono al Nord per cercare lavoro nelle

maggiori industrie . Ricevute le prime mensilità circa 47.000£ ( ricevute

normalmente da un operaio Fiat) , iniziano a comprarsi i primi frigoriferi,

le prime televisioni ,la lavatrice e le prime automobili. L’ auto che per

eccellenza rappresenta il Boom Economico è la Fiat 600, presentata al

salone di Ginevra nel Marzo 1955 seguita poi dalla Fiat 500 nel 1957.

Dal 1957 al 1963 la produzione di autoveicoli aumenta di cinque volte

grazie ai moderni impianti dello stabilimento Fiat Mirafiori di Torino. Nel

1960 inizia il progetto “ autostrada del sole “ , che termina con

l’inaugurazione avvenuta il 4 ottobre 1964. Il primo tratto autostradale

viene denominato A1 ed inaugurato dal Presidente del Consiglio Aldo

Moro . Avendo a disposizione auto e autostrada gli italiani iniziano a

viaggiare facendo gite fuoriporta ed è per questo che oltre al trasporto su

gomma la Fiat costruisce anche il primo aereo a reazione progettato e

costruito in Italia un Fiat G-91, che, nel 1958 ottiene il primo posto in un

concorso internazionale indetto dall’ alleanza atlantica . In Italia e nel

mondo, inoltre, si afferma l’immagine del Made in Italy come sinonimo di

qualità.

Lo scenario comincia a mutare, la congiuntura economica non è più

favorevole, cominciano a crollare i profitti provocando così un’ inflazione.

E’ così che dopo il 1963 il miracolo economico italiano termina .


Samuele Scaccia





8 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page