top of page

La Gazzetta Liceale

Disturbi psicologici degli studenti in pandemia

Da ormai due anni le nostre vite sono cambiate, siamo stati travolti completamente da

questo nuovo virus; ci hanno detto di stare chiusi in casa e da lì le condizioni economiche,

fisiche, ma soprattutto psicologiche di molte persone sono precipitate. Noi adolescenti siamo stati messi da parte, nessuno ci ha ascoltato perché in quel momento i nostri problemi erano futili rispetto a ciò che ci circondava, nessuno inizialmente si è preoccupato di come

realmente stessimo, ma finito il lockdown i problemi sono stati evidenti. Ci sono stati ragazzi

che hanno trovato rifugio nelle loro camere dove la lontananza dagli amici, dalla scuola e

dallo sport ha portato a farli chiudere in sé stessi e a creare sofferenza e disagio. Tanti

ragazzi hanno iniziato ad avvicinarsi ai disturbi alimentari, soprattutto all’anoressia con

l’obiettivo di raggiungere un loro ideale di bellezza, ma se da una parte c’è chi ha iniziato a

saltare i pasti, a vedere il cibo come un nemico, dall’altra c’è chi ha trovato nel cibo una

valvola di sfogo, chi mentre mangiava si sentiva bene e dimenticava tutti i problemi che

aveva intorno.Non sono stati solo i disturbi alimentari a entrare nelle vite di molti ragazzi, ma

anche la depressione dovuta appunto all’isolamento. La depressione è stata inizialmente

ignorata da molte famiglie poiché pensavano che isolarsi nella propria camera fosse una

cosa normale per gli adolescenti. Isolandosi, però, molti ragazzi hanno iniziato a soffrire di

solitudine che li ha portati poi ad abituarsi a stare chiusi da soli in una camera e a evitare di

uscire con gli amici quando ne avevano la possibilità. La DAD è stato uno strumento che ha

allontanato i ragazzi dal piacere dello studio e ,soprattutto, dai compagni di classe e

professori. Dal momento in cui i ragazzi si sono ritrovati a seguire le lezioni online non si

sono più sentiti liberi di raccontare a un adulto i propri pensieri, perché limitati dalla paura di

poter essere sentiti dai genitori e quindi a mostrare loro le proprie fragilità. La figura

dell’insegnante con la DAD è totalmente cambiata: se prima era un punto di riferimento e

una persona che riusciva magari anche a capirti dal solo sguardo, con le lezioni online ciò

non è avvenuto, l’insegnante che prima comprendeva il tuo stato d’animo, in quella

situazione non è riuscito a farlo. La DAD, come detto precedentemente, ha allontanato i

ragazzi dai compagni di classe perché il rapporto instaurato in presenza è cambiato

totalmente. I ragazzi per mesi sono stati costretti a sentirsi online dove si sono nascosti,

hanno nascosto le loro paure, le loro fragilità e non sono riusciti a esternare i sentimenti che

in quel momento provavano.

Anche i casi di autolesionismo purtroppo sono aumentati da Marzo 2020, molti adolescenti

credono che la sofferenza fisica sia la soluzione per il malessere psicologico dovuto a

delusioni d’amore, d’amicizia oppure alla preoccupazione per la salute di chi li circonda. La

cosa che più fa preoccupare i medici sono i gravi attentati alla vita (tentati e mancati suicidi),

dovuti tante volte a episodi di autolesionismo. Negli ospedali i casi sono raddoppiati, sono

infatti passati dal 17% al 45% in poco meno di due anni. Spero che il 2022 sia un anno in cui

i ragazzi vengano ascoltati, ma soprattutto un anno in cui si faccia qualcosa affinché abbiano

tutti la possibilità di essere aiutati da persone esperte, eliminando tutti i pensieri popolari

negativi sulla figura dello psicologo e dello psichiatra.

Spero che ,i ragazzi che si trovano in questa situazione, riescano a uscirne e a capire che

facendosi del male fisico e cercando di porre fine alla propria vita non sia la soluzione dei

problemi. Infine, mi auguro che tutti, dagli bambini agli anziani, riescano a capire la bellezza

della vita che a volte può deluderci, può farci pensare che non usciremo più da un brutto

momento ma alla fine ci sarà sempre qualcosa di bello che ci aspetta.





20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page